da Francesco Bersini

 

Esercitati ogni giorno a morire, alimentando in te una sincera disponibilità alla morte.
Cammina nella carità e nella santità per essere preparato al regno di Dio ogni momento.
Opera il bene finché hai tempo, poiché non sai quando calerà la notte sulla giornata della tua
vita. Tienti sempre pronto per il giorno della chiamata. Scegli ora ciò che vorresti aver scelto
in punto di morte e fai ogni cosa come se fosse l’ultima della tua vita. Se avrai creduto in Dio
e lo avrai servito, la tua morte non sarà un salto nel nulla, ma nelle braccia di Dio; sarà
l’incontro personale con lui per vivere presso di lui nell’amore (Sap 3, 9) e nella gioia della
sua amicizia.

Dopo la tua morte nessuno più si occuperà di te. Come tu hai fatto con quelli che ti hanno
preceduto, così gli altri faranno con te. Entreranno i vivi nella scena a occupare il tuo posto
e di te non resterà neppure il ricordo.

Con la morte lascerai tutto e tutti. Il pensiero della morte è fruttuoso se ti porta al distacco delle
cose terrene e all’amore di Dio.