L'Atm di Milano sospende sindacalista dallo stipendio

Pubblicato da Confsalodi.it in Archivio 2004-2009

2 Marzo 2004 – Secondo il sindacato il proprio rappresentante ha agito sempre e solo in difesa della sicurezza di azienda e cittadini mentre l’azienda di trasporto sostiene che chiunque può parlare, ma non dire il falso. La vicenda riguarda la rivelazione del sindacalista fatta ad un quotidiano sulle falle della sicurezza nella metropolitana milanese.

L’Atm sospende il sindacalista che aveva denunciato, attraverso il quotidiano “Il Giorno”, i limiti della sicurezza in metropolitana a Milano.

Secondo il sindacalista le chiavi dei locali dei gruppi elettrogeni, pompe idrauliche, etc. sarebbero nelle mani degli addetti alle pulizie e degli operai delle aziende di manutenzione esterna. Qualche malintenzionato avrebbe potuto impadronirsene.

I recenti arresti di alcuni terroristi a Cremona, che stavano progettando un attentato proprio alla metropolitana milanese, ha dato forza alla denuncia del sindacalista Andrea Pianeta di 52 anni.

L’Atm, invece, giudica gravi ed infondate le affermazioni del sindacalista sospendendolo dalla paga.