Skip to content

Sciopero straordinari: gli analfabeti insistono, battono la lingua sul tamburo….

18 Dicembre 2019   Comunicati
 

fino a dire che CONFSAL è una “carogna” di …sicuro … perché ha il cuore troppo, troppo vicino al…. buco del… [De André – dalla canzone- parodia “Il Giudice”]

E’ bene precisare che alcuni analfabeti scambiano lo sciopero della pronta disponibilità di 30 giorni proclamato da Fials-Confsal dall’ 8 gennaio 2020 al 6 febbraio 2020 con l’impossibilità di effettuare lavoro straordinario oppure accettare/intervenire in caso di pronta disponibilità quasi a dire che queste prestazioni non si possono più fornire in questo periodo.
Nulla di più risibile poiché lo sciopero è solo un grande diritto costituzionale, ma nessuno è obbligato ad aderirvi.

Infatti l’Asst di Lodi  nel suo comunicato precisa ( con un giro vizioso di parole che può trarre in inganno e che alimenta ” il tamburo”) che nel periodo di 30 giorni  ” non potranno essere obbligatoriamente richieste (neppure con ordine di servizio) le predette attività” al personale del comparto e della dirigenza.

Tradotto: nessun dirigente può imporre in alcun modo al personale del comparto e della stessa dirigenza medica , in tutta l’Azienda, alcuna forma di lavoro straordinario /o pronta disponibilità, neppure con ordine di servizio se il personale chiamato allo straordinario ovvero alla pronta disponibilità ovvero con ordine di servizio,  intende scioperare.

Inoltre,lo sciopero non deve essere in alcun modo preventivamente comunicato ad alcuno in azienda e fuori dall’azienda, ma nel momento della eventuale chiamata il lavoratore non dice altro che “mi dispiace, non vengo perché sciopero!”
Questa adesione allo sciopero può essere di un solo giorno, di più giorni, per l’intero periodo, come un lavoratore vuole meglio scegliere. Più bello di così si muore… oppure non c’è libertà ?

Ma chi è, allora… il nano ? L’analfabeta che nel 2019 non ha capito ancora nulla della Costituzione e delle Libertà Sindacali e di come si può effettuare o meno uno sciopero, facendosi incantare da un comunicato volutamente (?) equivoco dell’azienda ? Oppure Fials- Confsal ?  Se brucia il cucù non ci possiamo fare nulla infatti la libertà di ognuno è tassativamente garantita come è garantito il diritto di sciopero. Abbiamo anche rispettato le fasce di “non sciopero” che non permetto gli scioperi a ridosso delle Feste natalizie. Siamo in linea con la legge !!!

“Quando vedi la tua verità fiorire sulle labbra del tuo nemico, devi gioire, perché questo è il segno della vittoria.”  [da Giorgio Almirante]
In questo modo pareggiamo i conti con la citazione del Ministro Speranza.
FIALS- CONFSAL non sta con nessun partito, ma solo con i lavoratori e ci identifichiamo solo nella legge e nella Costituzione per difendere gli onesti.
Ricordiamo solo che 4o anni or sono gli scioperi hanno portato ai lavoratori soldi e diritti: a non fare mai nulla non si ha mai nulla !
Grazie per la comprensione.