Skip to content

Buon Natale ai precari: Babbo Speranza porta la stabilizzazione! GRAZIE da Fials-Confsal

15 Dicembre 2019   Notizie
 

Ed ancora, di notevole importanza, come richiesto anche dalla FIALS, l’emendamento approvato in Commissione Bilancio relativa alla stabilizzazione dei precari in sanità.

Vengono estesi i requisiti previsti dai commi 1 e 2 dell’articolo 20 della Legge Madia sul superamento del precariato nelle pubbliche amministrazioni e a chi lavora nel Servizio Sanitario Nazionale.

Nello specifico, si estende la possibilità per le amministrazioni di assumere a tempo indeterminato fino al 31 dicembre 2022.

Il termine entro cui questi lavoratori devono aver maturato almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni, viene spostato a fine dicembre 2019.

Si riporta l’emendamento della Commissione:

Art. 55-duodecies. (Disposizioni in materia di precariato del Servizio sanitario nazionale)

  1. All’articolo 20 del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75, e s.m., dopo il comma 11, è inserito il seguente: « 11-bis. Allo scopo di fronteggiare la grave carenza di personale e superare il precariato, nonché per garantire la continuità nell’erogazione dei livelli essenziali di assistenza, per il personale medico, tecnico-professionale e infermieristico, dirigenziale e non del Servizio sanitario nazionale, le disposizioni di cui ai commi 1 e 2 si applicano fino al 31 dicembre 2022. Ai fini del presente comma il termine di cui al requisito del comma 1, lettera c) e del comma 2, lettera b) è stabilito alla data del 31 dicembre 2019. »»;

1-bis. All’articolo 1, comma 673, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, le parole: « 20 milioni », sono sostituite dalle seguenti: « 22,5 »»;

1-ter. All’art. 20 comma 10 e 11 del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75, le parole: « personale medico, tecnico-professionale e infermieristico » sono sostituite dalle seguenti: « personale dirigenziale e non dirigenziale dei Servizio sanitario nazionale », le parole: « 31 dicembre 2018 »» sono sostituite dalle parole: « 31 dicembre 2019 » e le parole: « 31 dicembre 2019 »» sono sostituite dalle parole: « 31 dicembre 2020 »».

 

Necessita dare atto non solo della disponibilità del Ministro Speranza a proporre e sostenere il predetto emendamento per la stabilizzazione dei precari in sanità, ma anche la celerità a sorreggere tale emendamento con i relativi aspetti economici.

Infatti il Ministro Speranza [ CI VOLEVA UN MINISTRO COMUNISTA PER DARE CERTEZZE AI PRECARI ! ], già prima che l’emendamento approdasse in Commissione Bilancio con lo slittamento dal 30 giugno 2019 al 31.12.2019 (come da richiesta FIALS allo stesso Ministro della Salute sullo spostamento al 31.12.2019 e come ribadito personalmente nell’incontro del 9 dicembre al Ministero della Salute), con nota datata 11.12.2019, n. 12993 ha richiesto ad ogni singola regione ” di trasmettere entro il 18.12.p.v., i dati relativi alle unità di personale che risultino in possesso dei nuovi requisiti previsti dall’art. 20, commi 1 e 2 del Dlgs 75/2017, così come emendato dall’art. 55 bis di cui all’Atto del Senato n. 1586-XVIII legislatura”.Ed ancora, aggiunge la nota ministeriale “ la ricognizione dovrà essere effettuata distinguendo il personale in relazione al profilo professionale di appartenenza”.

Il Segretario Generale Fials invita caldamente tutte le Segreterie Territoriali della FIALS a seguire l’iter della ricognizione del personale per la nuova stabilizzazione, come da richiesta ministeriale, sia nell’ambito delle singole regioni che delle stesse Aziende Sanitarie.

Comunicato n. 65
Data del comunicato 12 dicembre 2019

SANITÀ, SPERANZA: «ESTENSIONE AL 31 DICEMBRE 2019 DEI REQUISITI PER STABILIZZAZIONE PRECARI E SCORRIMENTO GRADUATORIE»

«Approvati gli emendamenti con cui diventano concreti gli impegni per rafforzare il Servizio Sanitario Nazionale». Lo scrive su Facebook il ministro della Salute, Roberto Speranza: «Apriamo la possibilità ad una platea molto rilevante di precari della sanità, a medici, infermieri, personale sanitario e amministrativo, di essere stabilizzati allargando al 31 dicembre 2019 i termini per maturare i requisiti necessari. È approvato anche lo scorrimento delle graduatorie a favore degli idonei. Finalmente ci sono più risorse, tetti meno rigidi e regole nuove per assumere personale in Sanità. Ci prendiamo cura di chi si prende cura di noi».