Skip to content

Nuova imboscata per i lavoratori ASST di Lodi : prassi del “Nazareno”.

4 Novembre 2017   Comunicati
 

Pubblichiamo per opportuna conoscenza dei lavoratori di ASST Lodi il VERBALE sottoscritto con l’azienda da alcuni soggetti sindacali, parte di RSU compresa, che conferma la trascuratezza e negligenza con le quali in un paio d’ore sono stati decisi importanti interessi di tanti lavoratori con prosecuzione della violazione dei diritti.

FIALS-CONFSAL – OVVIAMENTE – NON HA SOTTOSCRITTO NULLA E NEPPURE I SUOI RAPPRESENTANTI RSU CHE HANNO ABBANDONATO L’INCONTRO PRIMA DEL TERMINE.

Tra l’altro, pubblichiamo NOTA A VERBALE che LA RSU FIALS-CONFSAL ha tentato di consegnare durante l’incontro e che l’azienda non ha voluto ricevere. Gesto degno della delegazione affossante i diritti dei lavoratori come nel jobs act di Renzi .

Riguardo la riduzione dell’accumulo ore del lavoro straordinario non si comprende con quali fondi venga effettivamente liquidato, atteso che per lo straordinario il CCNL prevede l’utilizzo di particolari fondi e non di fondi a piacimento.

Del resto, tutte le aziende sanitarie conferiscono un budget (contingente) di ore straordinarie ad ogni unità operativa ed oltre a quel numero di ore a disposizione non si può andare oltre facendo in modo che residuino fondi per i passaggi di fascia. Mai successo in questa azienda: non si conosce neppure la parola budget !

Ad ogni buon conto, lo straordinario ha succhiato fondi dei lavoratori, per anni, lasciando al palo le progressioni orizzontali (fasce) che in ATS (ex asl Lodi) saranno, al contrario, conferite a tutti i lavoratori tra poche settimane.

Ai lavoratori ASST Lodi solo il bastoncino del ghiacciolo !

Ma il verbale è ancora pieno di scempiaggini al punto che i soggetti sindacali hanno approvato determinate proposte aziendali, litigando tra loro, rompendo gli accordi presi tra di loro un’ora prima, ma poi firmando… con inchino !

Dopo la firma, gli stessi soggetti sindacali, ora pretendono di conoscere l’ammontare dei fondi contrattuali, come se un tizio prima firmasse un assegno senza sapere ciò che ha in banca. Siamo veramente al paradosso! Chissà che risate si sarà fatto il Direttore amministrativo!

Per i punti successivi dell’accordo tanti ossequi al padrone con piena servitù !

SCARICA COMUNICATO CONFSAL

LINK IN LIBERTA’ 1

LINK IN LIBERTA’ 2

LINK IN LIBERTA’ 3

LINK IN LIBERTA’ 4