Skip to content

Sveglia dei sindacati dopo la vittoria Fials in Tribunale a Milano -Firmate anche le RAR

4 Giugno 2017   Comunicati
 

I sindacati regionali dopo il Decreto per condotta antisindacale emesso dal Giudice del lavoro presso il Tribunale di Milano ( http://www.confsalodi.it/it/?p=1210 ) si sono apparentemente svegliati.

Il Decreto ha sanzionato l’ATS di Milano e l’ASST di Lodi per non aver applicato l’art. 31 del decreto legislativo n. 165 del 2001 : per non aver avviato, per l’appunto, un sostanziale confronto con la RSU + SINDACATI riguardo il trasferimento di personale da ATS ad ASST lasciando comandare il gioco “ul re Busìn” !

In molti hanno ignorato questo Decreto che ha fatto scuola, ma per recuperare terreno, dopo la figuraccia, i sindacati sono corsi in regione Lombardia a firmare le RAR che sostanzialmente sono le stesse del 2016 (solo + 35 euro rispetto al 2016).

Ma hanno anche firmato un’intesa che tenta di regolare le criticità che la legge n. 23/2015 ha fatto emergere in tantissime situazioni.

Criticità che Fials ha denunciato nel ricorso al Giudice del Tribunale di Milano vinto il 9 maggio scorso.

Sostanzialmente senza nominare il Decreto del Tribunale di Milano i sindacati regionali hanno cercato di copiarlo nei suoi cardini fondamentali.

Ora ci sarà più confronto, a dire dei sindacati, per affrontare i passaggi ostici della riforma regionale della sanità Lombarda.

Una riforma velenosa che doveva essere già contrastata nel 2015, ma che ha visto i sindacati confederali succubi politicamente della regione Lombardia.

Perché ?

Ecco invece le solite quote delle RAR per il 2017 (risorse aggiuntive regionali)

Le quote annue, suddivise per categoria, sono le seguenti:

Categoria Quota annua Quota supplementare Totale
A euro 570,00 euro 35,00 euro 605,00
B/BS euro 616,00 euro 35,00 euro 651,00
C euro 705,00 euro 35,00 euro 740,00
D/DS euro 765,00 euro 35,00 euro 800,00

 

Quote acconto e saldo:

Categoria Quota annua Acconto (60%) 
settembre 2017 Saldo (40%) 
febbraio 2018
A euro 605,00 euro 363,00 euro 242,00
B/BS euro 651,00 euro 390,60 euro 260,40
C euro 740,00 euro 444,00 euro 296,00
D/DS euro 800,00 euro 480,00 euro 320,00

 

In aggiunta alle quote annuali è altresì prevista:

  • una quota pari a euro 227,00 per il personale turnista sulle 24h (infermieri e altri);
  • una quota pari a euro 100,00 per il personale infermieristico operante su turno centrale e doppio turno (infermiere – infermiere pediatrico – assistente sanitaria – ostetrica).